Immagine headerImmagine headerImmagine headerImmagine headerImmagine headerImmagine header

NEWS

TOSCANA ZONA ROSSA

Queste le regole dal 15 novembre:

 Oltre a tutti i divieti già in vigore con la zona arancione, gli spostamenti sono vietati anche all'interno del proprio comune, salvo che per motivi di lavoro, di salute o di necessità. Per qualunque spostamento nell’area rossa, da casa al supermercato o da casa al lavoro, sarà sempre comunque necessario utilizzare l’autocertificazione. Sempre consentito il rientro nella propria residenza o domicilio, così come l’accompagnamento a scuola.

I genitori separati o divorziati possono andare a trovare i figli minori, anche in un altro comune, mentre non è consentito far visita a parenti o amici non conviventi.

Bar e ristoranti sono chiusi ma è consentito l’asporto fino alle 22, mentre non ci sono limiti d’orario per la consegna a domicilio.

Chiusi i negozi, tranne supermercati, generi alimentari e commercio al dettaglio di beni di prima necessità. Oltre a edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie restano aperte anche le lavanderie, le ferramenta, negozi di vernici e materiali per costruire, i rivenditori di elettrodomestici, prodotti di informatica ed elettronica di consumo, di ottica e fotografia, benzinai e autosaloni. Rimangono aperti anche parrucchieri e barbieri, librerie e cartolerie, fiorai, rivenditori di macchine per l’agricoltura e attrezzi da giardinaggio, concessionari di auto e moto, rivenditori di cosmetici, saponi e prodotti igienico- sanitari, articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero; aperti i negozi di biancheria, di confezioni e calzature per bambini e di giocattoli. Chiusi, invece, i negozi di abbigliamento per adulti e i centri estetici.

Restano aperte le industrie, le attività legate all’artigianato, all’edilizia e ai servizi.

Didattica a distanza dalla seconda media alla quinta superiore, mentre restano in presenza nidi, materne, elementari e prima media.

Attività commerciali al dettaglio (art. 3, comma 4, lett. b)

Nei territori dell’area rossa sono oggetto di generalizzata sospensione le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 al decreto, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali; sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Diversamente da quanto precisato per i mercati ubicati in area gialla – il cui assunto è valido anche per quelli collocati in area arancione, considerata l’assenza di norme derogatorie al riguardo – in area rossa i mercati, sia coperti che all’aperto, sono chiusi, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Il commercio ambulante continua pertanto a essere consentito su stalli esterni alle aree mercatali o in modo itinerante per tutte le tipologie merceologiche indicate nell’allegato 23 al D.P.C.M.. Per effetto del rinvio all’art. 1, comma 9, lett. ff), anche nei territori in area rossa i centri commerciali e i mercati sono chiusi nei giorni prefestivi e festivi, con le precisazioni dianzi fornite per l’area gialla e valide anche per l’area arancione

Chiese e cimiteri: rimangono aperti con l'obbligo di restare all'interno dei confini comunali, evitando assembramenti e con obbligo di mascherina.

Sport e attività motoria: in base all'art. 3 del Dpcm del 3 novembre, l’attività motoria (come la passeggiata) è consentita solo in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da altre persone e con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezioni individuali. L’attività sportiva (come jogging o bicicletta) è possibile solo all’aperto e in forma individuale e può essere svolta, con l’osservanza del distanziamento interpersonale di almeno due metri e del divieto di assembramento, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, non necessariamente ubicati in prossimità della propria abitazione. Non è più praticabile all’aperto presso centri o circoli sportivi, che vengono chiusi.

Stampa questo articolo

IN PRIMO PIANO

Leggi tutto

Pagamenti con PagoPA - IRIS

  Gli utenti possono effettuare pagamenti spontanei (bollettini bianchi) mediante il sistema PagoPA attraverso la piattaforma IRIS della Regione Toscana....Leggi tutto

Portale cartografico

  Il Portale Cartografico permette l'accesso ai dati territoriali dell'Unione. È possibile spostarsi sul territorio con il nome dei luoghi, delle s...Leggi tutto

Apaci

 Apaci - Comunico con l’Amministrazione   Apaci è il sistema che privati cittadini, imprese e associazioni possono usare per inviare e ...Leggi tutto

PEC POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

Posta Elettronica Certificata (PEC) istituzionale
unione.amiata.gr@postacert.toscana.it

maggiori informazioni

Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana
Sede Legale: Loc. Colonia n°1 58031 Arcidosso (GR)
Tel. 0564.965111 - Fax. 0564.967093
C. fiscale e P. IVA 01499380531
PEC: unione.amiata.gr@postacert.toscana.it

Pagopa   

Privaci policy   Elenco siti tematici   Note legali  Dichiarazione accessibilita'

 

Conforme allo standard xHtml Strict 1.0 Conforme allo standard CSS 2.1
Conformità al livello Tripla-A del Linee Guida sull'Accessibilit‡ 1.0 del W3C-WAI Feed RSS 2.0 conforme - News Unione Comuni Montani Amiata Grossetana
Data Pos - Soluzioni e servizi I*net